Quanta cura dobbiamo dedicare all'impianto di riscaldamento?

◄ Torna agli articoli
Il freddo inverno sta finalmente volgendo al termine, le giornate si allungano, l’aria si intiepidisce e il riscaldamento si utilizza sempre meno: questo è sicuramente il momento migliore per mettere in agenda un intervento di controllo del nostro impianto. Una corretta e costante manutenzione periodica degli impianti di riscaldamento contribuisce infatti a far sì che consumino meno energia e che si mantengano efficienti, sicuri e affidabili  on appena, con l’inizio dei primi freddi, si tornerà a far uso del riscaldamento.

Tanti buoni motivi per pianificare la manutenzione in primavera

Del resto il nostro impianto ha lavorato molto durante questo rigido inverno e l’uso prolungato può aver creato depositi di sporcizia su alcuni componenti, con il risultato che ne viene in parte compromessa l’efficienza. Anche l’aver regolato l’impianto in modo scorretto, nel corso dell’inverno, può incidere negativamente sul suo funzionamento, portandolo a consumare più del necessario. Questo insieme di circostanze produce costi inutili. Ecco quindi tanti buoni motivi per pianificare in Primavera un intervento di manutenzione.               

Perché l’auto sì e l’impianto di riscaldamento no?

Se si possiede una macchina, il ckeck-up periodico rientra nel normale ordine delle cose, mentre l’impianto di riscaldamento viene per lo più trascurato e abbandonato al suo destino. Eppure, esattamente come un’auto, viene sottoposto a periodi di usura e a regolazioni scorrette, che ne possono compromettere il funzionamento. Una volta effettuato il controllo dell’impianto, il tecnico è in grado di individuare  eventuali problemi o difetti in tempo utile, prima che sia troppo tardi e si sia costretti ad effettuare un drastico intervento di riparazione o, ancora peggio, la completa sostituzione dell’impianto. E questo scongiura costi imprevisti da affrontare durante l’anno.    

Fate quindi revisionare il vostro impianto e sarete sicuri che riprenderà a funzionare in modo corretto e affidabile con l’inizio dell’inverno e nello stesso tempo avrete la certezza di avergli allungato la vita. In fondo si tratta di un piccolo investimento, che acquista valore nel tempo.

La manutenzione dell’impianto: cosa si fa?

Il tecnico Hoval  ne controlla il funzionamento, eseguendo alcuni lavori, quali:

  • Controlla i dispositive di sicurezza e di funzione, quali  la valvola di sicurezza, il manometro, il termometro,  il sifone e il pressostato;
  • Pulisce i filtri, le griglie, il gocciolatoio, etc;
  • Fa ventilare l’impianto e se necessario rabboccca l’acqua;
  • Esegue un’ispezione visiva;
  • Sottopone ad un controllo di plausibilità i sensori, il termometro, gli orari di esercizio, il numero degli avvii e degli stop, etc;
  • Si assicura che l’impianto sia pronto a ripartire il prossimo inverno.

Senza preoccupazioni con il contratto di manutenzione Hoval

Con un contratto di manutenzione Hoval potrete fruire di tutti i vantaggi di un impianto di riscaldamento tenuto regolarmente sotto controllo, grazie ad un team dedicato di tecnici Hoval. E mentre fate controllare regolarmente il vostro impianto, tutelate anche la vostra garanzia.

Autore
Eduard Schmal
 
Chiudi

Più informazioni


Cookies

Un cookie è una stringa di testo inviato al vostro browser da un sito web hai visitato. Aiuta il sito a ricordare informazioni sulla vostra visita, come ad esempio la vostra lingua e altre impostazioni. Ciò è molto utile per rendere più rapida la vostra prossima visita. I cookies svolgono quindi un ruolo importante. Senza di loro, utilizzare il web risulterebbe un'esperienza molto meno semplice.


Condizioni di utilizzo

Condizioni per la privacy

il sistema utilizza i vostri cookies. Utilizzando i nostri servizi, autorizzate l'utilizzo dei vostri cookies