Ecobonus caldaia a condensazione / pompa di calore 2020: le novità dell'Ecobonus 110%

◄ Torna agli articoli

Ecobonus: un nuovo obiettivo!

Sono stati mesi difficili per tutti, un tunnel del quale non si scorgeva la fine. Ora, lentamente, la vita ricomincia a scorrere, la gente si sta gradualmente riappropriando delle vecchie abitudini, di una quotidianità della quale si era quasi dimenticata… Lo stesso vale per le aziende, che riaprono gli uffici per riaccogliere i collaboratori seguendo tutti i protocolli di sicurezza. Un cliché che con cura e gradualità si ripete in ogni settore, dove la parola d’ordine è prevenzione e distanziamento. Perché, certo, tutti ne sono coscienti: siamo ancora in una fase delicata.

Mai come in questo momento, in cui  ci si è resi conto che presenza e vicinanza fisica avrebbero potuto costituire un problema, si sono cercate soluzioni accelerando modelli di sviluppo innovativi. Il COVID ha ufficialmente sdoganato modelli di lavoro agile, accelerando il percorso verso una digitalizzazione trasversale in molti ambiti della vita: lo smart working nel mercato del lavoro, lo smart delivery per gli acquisti, lo smart heating nella gestione degli impianti.

Dal Decreto Rilancio nuove opportunità

Anche il Decreto Rilancio, con il quale il Governo stanzia risorse importanti per far ripartire sistema economico, rappresenta un modello di sviluppo innovativo, che può  offrire validi strumenti per aiutare a superare la crisi economica post-COVID.

L’Ecobonus al 110% prevede una serie di importanti agevolazioni per chi intende effettuare interventi di riqualificazione finalizzati a ottimizzare l’isolamento termico e ad aumentare l’efficienza energetica degli edifici nel periodo compreso tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. Condizione indispensabile è però ottenere, grazie agli interventi, un miglioramento della prestazione energetica dell’edificio di almeno due classi o comunque raggiungere la classe energetica più alta che si può ottenere, da dimostrare attraverso un Attestato di Prestazione Energetica (APE). 

Le tipologie di impianti che rientrano nell'Ecobonus 110%

hoval-apartmenthouse-v2

Nei condomini si potrà richiedere:

hoval-onefamilyhouse_belariasrm-it-v3-
Nelle case monofamiliari si potrà richiedere:
  • Ecobonus per pompe di calore aria/acqua e geotermiche per riscaldamento, raffrescamento e produzione di ACS;
  • Ecobonus per microcogeneratori (cogeneratori di taglia ≤ 50 kW)

Soluzioni innovative Hoval in linea con il nuovo Ecobonus

Grazie al suo know-how innovativo e al valore aggiunto della digitalizzazione applicata ai suoi impianti,  Hoval offre un’ amia gamma di soluzioni che soddisfano i requisiti previsti dall’Ecobonus 110% perché contribuiscono ad aumentare l’efficienza energetica dell’edificio:   

Autore
Francesca Osio
 
Chiudi

Più informazioni


Cookies

Un cookie è una stringa di testo inviato al vostro browser da un sito web hai visitato. Aiuta il sito a ricordare informazioni sulla vostra visita, come ad esempio la vostra lingua e altre impostazioni. Ciò è molto utile per rendere più rapida la vostra prossima visita. I cookies svolgono quindi un ruolo importante. Senza di loro, utilizzare il web risulterebbe un'esperienza molto meno semplice.


Condizioni di utilizzo

Condizioni per la privacy

il sistema utilizza i vostri cookies. Utilizzando i nostri servizi, autorizzate l'utilizzo dei vostri cookies