Quale pompa di calore è più adatta alle mie esigenze?

◄ Torna agli articoli
Le pompe di calore sono considerate soluzioni  di riscaldamento ecologiche. Ecco una veloce carrellata di informazioni sulle tre tipologie più comuni, perché possiate scegliere quella più indicata per il vostro progetto.

Cresce l'interesse per le soluzioni di riscaldamento sostenibili. Per questo motivo nelle nuove costruzioni vengono sempre più spesso installate le pompe di calore, che utilizzano risorse rinnovabili gratuite ed ecologiche, quali la terra, l'acqua e l'aria, trasformandole in energia termica. Le pompe di calore vengono richieste anche per la riqualificazione di vecchi impianti. La corrente viene utilizzata solo per avviare la pompa di calore. Se è in uso un impianto fotovoltaico, anche la corrente può essere prodotta in modo ecologico. Quale sia però la tipologia di pompa di calore più adatta per casa vostra, dipende da diversi fattori. Perché non tutte le pompe di calore si possono utilizzare indistintamente per qualsiasi progetto.

Pompa di calore geotermica

Le pompe di calore geotermiche sfruttano il calore della terra.  L'energia si può ricavare in due modi diversi:

  • Collettore piatto: con costi aggiuntivi di ca. 15 Euro al m2 Per i lavori di edilizia i collettori piatti sono l'alternativa più economica della pompa di calore. Nel caso di un'abitazione monofamiliare è necessario disporre di una superficie di almeno 300 m², sulla quale vengono collocate tubazioni a una profondità di 1,2-1,5 m. Una volta messa in esercizio, questa pompa di calore funziona in modo estremamente efficiente. Sole e pioggia riscaldano lo strato superiore della terra e quindi anche l'acqua corrente  nei collettori a una temperatura compresa tra i 2 e i 12 gradi e trasportano l'acqua riscaldata alla pompa di calore.
ultrasol_efh_steffenhagen_lauterach_3_web-1.jpg
  • Perforazione in profondità: Per ricavare energia con le sonde geotermiche, in una casa unifamiliare è necessario scavare a ca. 200 m di profondità. In particolari condizioni si può procedere con due diversi scavi da 100 m ciascuno. Questo comporta però un investimento iniziale aggiuntivo  più oneroso, pari a ca. 50 euro al m2. Grazie alle basse oscillazioni della temperatura della sorgente di calore, compresa tra i 10 e i 14 gradi, l’impianto funziona in modo estremamente efficiente. E’ però necessario l'intervento di un geologo per analizzare la qualità del suolo.

Pompa di calore ad acqua

sondenfeld.jpg

Una pompa di calore ad acqua di falda sfrutta il calore contenuto nell'acqua di falda, con un range di temperatura compreso tra gli 8 e i 10 gradi. Per stabilire se si possa sfruttare questo tipo di fonte, si deve analizzare la falda freatica del singolo progetto. Esattamente come per la pompa di calore e le sonde geotermiche, si devono affrontare costi piuttosto elevati per la realizzazione  dei pozzi necessari. Considerando le diverse profondità delle acque di falda , anche per le pompe di calore ad acqua è necessario coinvolgere un geologo.

Pompe di calore ad aria

Queste  pompe di calore sono particolarmente gradite alle imprese edili. Oltre il 70% delle famiglie che ricorrono a una pompa di calore per riscaldare la propria casa, hanno scelto proprio una pompa di calore ad aria. Questo tipo di pompa di calore non comporta infatti i lavori costosi richiesti per l’installazione degli impianti geotermici e ad acqua. Per la produzione del calore viene utilizzata una unità esterna, da installare all’aperto.
Le pompe di calore ad aria perciò, grazie alla facilità di installazione, rappresentano una soluzione alternativa anche negli interventi di ristrutturazione. Nella pompa di calore ad aria l’aria viene aspirata dall’unità esterna e fatta passare attraverso uno scambiatore termico. La pompa di calore compensa le oscillazioni di temperatura da – 16˚ a + 15˚ e ha perciò un consumo di corrente leggermente superiore rispetto alle pompe di calore geotermiche e ad acqua. In una pompa di calore ad aria deve inoltre essere preso in considerazione il livello di rumorosità dell’unità esterna, per evitare che una installazione non corretta disturbi se stessi o i vicini.

Le pompe di calore in breve:

Pompa di calore geotermica

Collettore 2-12˚C

Perforazione in profondità

10-14 gradi

+ temperatura costante della sorgente di calore

+ elevata efficienza

- Dispendiosa la perforazione in profondità

- Necessaria una grande superficie per i collettori

Pompa di calore ad acqua

8-12˚C

+ temperatura costante della
sorgente di calore

+ compatta

+ elevata efficienza

- Dispendiosa per la realizzazione di pozzi

- Necessaria ispezione geologica

 

Pompa di calore ad aria

Da -16 a +15˚C

+ economica

+ veloce da installare     

+ compatta

- Meno efficace

- Più rumorosa

Consulenza di esperti

Anche se su Internet, vi siete già ampiamente documentati sul tema pompe di calore, vi consigliamo di rivolgervi a un professionista per una consulenza. Dovendo scegliere la soluzione di riscaldamento più adatta alle vostre esigenze, fatevi consigliare dai nostri partner installatori Hoval e avrete una consulenza gratuita e non vincolante.

Richiedi una consulenza senza impegno >>

Autore
Francesca Osio
 
Chiudi

Più informazioni


Cookies

Un cookie è una stringa di testo inviato al vostro browser da un sito web hai visitato. Aiuta il sito a ricordare informazioni sulla vostra visita, come ad esempio la vostra lingua e altre impostazioni. Ciò è molto utile per rendere più rapida la vostra prossima visita. I cookies svolgono quindi un ruolo importante. Senza di loro, utilizzare il web risulterebbe un'esperienza molto meno semplice.


Condizioni di utilizzo

Condizioni per la privacy

il sistema utilizza i vostri cookies. Utilizzando i nostri servizi, autorizzate l'utilizzo dei vostri cookies